Bugatti EB110 e il trentennale della rinascita di Artioli.

Il Marchio Bugatti celebra 30 anni dalla prima presentazione del EB110, che ha segnato il momento di risalita della storica casa automobilistica.

Bugatti EB110
Bugatti EB110 (Flickr)

La casa automobilistica di Ettore Bugatti fu fondata nel 1909, nota per la produzione di auto sportive, univa caratteristiche fondamentali quali: potenza, eleganza, leggerezza e soprattutto velocità. Bugatti si distingue dalla massa, offrendo vetture dalle ottime performance in grado di farsi valere nelle competizioni. Gli anni d’oro della casa francese, si scontrarono purtroppo con eventi storici come la guerra e la crisi finanziaria, in concomitanza poi con varie vicissitudini familiari, che portarono al declino l’azienda.

La Figura di Romano Artioli fu importante per la storica casa atomobilistica, nel 1987 l’imprenditore rilevò i diritti di produzione, valutando di ricreare un’azienda. Diede vita così alla Bugatti Automobili SPA con sede a Campogalliano, in provincia di Modena. E’ in questo stabilimento che Artioli crea la mitica Bugatti EB110, la supercar dell’epoca, più veloce del mondo, con prestazioni esagerate, senza tralasciare lusso e comfort, doti che la facevano distinguere dalle concorrenti.

Potrebbe interessarti>>> Bugatti Chiron e l’orologio che costa come una Veyron del 2010. VIDEO

Una storia raccontata con una Supercar

Bugatti EB110
Bugatti EB110 (Flickr)

La grande azienda automobilistica francese ritrova vita grazie alla passione e perseveranza dell’imprenditore, che con tenacia, ha trasportato il brand francese nel ventunesimo secolo. Così oggi il presidente della Bugatti Stephan Winkelmann descrive il grande Artioli definendolo la “storia del marchio”.

La EB 110 è stata prodotta in soli 128 esemplari, una vettura che secondo le aspettative del suo creatore doveva superare il limite di prestazioni già esistenti. La supercar Bugatti è la prima auto di serie ad avere un telaio interamente in carbonio, monta un motore V12 da 3,5 litri quadriturbo che eroga la bellezza di 550Cv. E’ l’unica supersportiva ad adottare la trazione integrale. La velocità massima è di 351 km/h, che ad oggi, passati ben 30 anni, crea invidia a molti produttori di moderne Hypercar.

Potrebbe interessarti>>>Volkswagen cambia rotta, a rischio 5 mila posti di lavoro.

La supercar Bugatti fu presentata a Parigi il 15 settembre 1991, in occasione del centenario del marchio. La produzione rimane attiva fino al 1995, quando poi, gli storici stabilimenti italiani chiudono i battenti, per essere rilevati dal gruppo tedesco Volkswagen. La storia senza tempo di una grande azienda, che viene ricordata come la più grande produttrice di potenti e pregiate auto sportive.