Unione Europea, arriva la delibera sul GPL: ecco i vantaggi.

L’Unione Europea ha deliberato in favore dell’accoppiata tra il sistema mild hybrid e le auto a metano o Gpl.

auto gpl
Renualt Clio GPL (renaul.it)

Finalmente è arrivato il via libera che tutti i costruttori di auto aspettavano. L’Unione Europea, infatti, ha deliberato in favore dell’accoppiamento tra il sistema mild hybrid e le auto a metano o Gpl. Questo è un passo decisamente storico nel mercato delle auto europee.

Con questo provvedimento, difatti, si va a riempire un pericoloso vuoto normativo, dando anche ai modelli a gas la possibilità di avere gli stessi benefici dei modelli elettrici e ibridi. Il sistema sull’emissione della CO2, adesso, potrà essere riconosciuto anche alle macchine con metano o Gpl.

Tutto ciò, ovviamente, va verso il nuovo modello di mobilità che si sta attestando in Europa, e che guarda principalmente all’abbassamento delle emissioni. Quindi, si guarda sempre all’obiettivo del 2050, quello del raggiungimento della neutralità carbonica.

Potrebbe interessarti >>> Blocco auto diesel per il 2021, ancora incerto il futuro della produzione a gasolio

Mild Hybrid, con la delibera UE crescerà l’innovazione

unione europea auto gas
Mitsubishi Space Star GPL (mitsubishi-motors.it)

Con l’arrivo della delibera da parte dell’Unione Europea sul sistema di premiazione riguardante le basse emissioni di CO2, ci sarà una nuova spinta tecnologica data dal mild hybrid. Infatti, la combinazione delle tecnologie tra carburanti di gas e motori elettrico/ibrido, potrà portare a innovazioni per tutta l’industria dell’automotive.

In Italia, inoltre, siamo molto avanti in questo settore e quindi potremo solo migliorare dopo la decisione dell’UE. Inoltre, pure le vendite ne gioveranno, in un mercato già rivoluzionato dalla pandemia e in cui l’elettrico e il green la fanno da padrone.

Potrebbe interessarti >>> Unione Europea, stop alle auto a benzina e diesel: tutte le date

Ancora, la delibera permetterà anche di ricevere vantaggi fiscali ulteriori sull’acquisto delle auto di recente immatricolazioni, soprattutto euro 4 e euro 5. Il tutto porterà, si stima, alla possibile riduzione di oltre 7 tonnellate di emissioni CO2 prodotte.

La delibera dell’Unione Europea, dunque, è un grande passo avanti per tutti. Sia per i costruttori di auto che potranno aumentare l’innovazione tecnologica, sia per i guidatori che vorranno acquistare auto a metano e Gpl.