Smart Italia, l’inizio di una nuova era: i piani della piccola per eccellenza.

Smart Italia si rifà il look nominando un nuovo CEO, arriva Lucio Tropea che ha avuto l’idea di rilanciare il marchio in Italia, con ottimi risultati.

smart luca tropea
Lucio Tropea nuovo CEO di Smart nel 2014 (twitter)

Smart Italia cambia con l’arrivo del nuovo CEO Lucio Tropea, che ha già fatto parte dell’azienda tra 2015 e 2018. Fu lui, da responsabile delle vendite, a rilanciare il marchio nel nostro paese, puntando sull’elettrico, così da avere risultati eccezionali.

Le smart elettriche, infatti, vanno alla grande nel Belpaese, e continuano a vendere tantissimo, grazie al fatto che rientrano nel nuovo modello di mobilità dovuto alla pandemia da Covid-19. Tropea, avrà il ruolo di CEO e dovrà occuparsi, in particolare, della join venture tra la Geely Holding Group e la Mercedes-Benz AG.

I prodotti e servizi che scaturiranno da questo accordo commerciale sul mercato italiano, saranno appunto di stretta importanza per Smart. Lucio Tropea, inoltre, ha già lavorato in passato nella casa tedesca, permettendo di ricucire i rapporti proprio tra essa e la sua attuale società.

Potrebbe interessarti >>> Addio Smart, benvenuta Microlino, come cambia la mobilità in città

Smart, tutti i piani dell’azienda tedesca

smart suv
Concept SUV di Smart (twitter)

Come detto, la Smart a partire dalla seconda metà dello scorso decennio, ha iniziato a commercializzare le proprie vetture elettriche sul mercato italiano, con ottimi risultati. Il nostro paese è quello dove le piccole automobili, sono più presenti e guidate, considerando l’Europa.

Per i piani futuri, però, ecco che spunta incredibilmente un SUV, comunque piccolo nelle dimensioni in quanto simbolo della casa tedesca. Questo veicolo, arriverà nel 2022, e sarà full electric, con design di Mercedes-Benz e basato sulla piattaforma elettrica di Geely, quindi fa parte della join venture succitata.

Potrebbe interessarti >>> Isetta, l’antenata della Smart nata in Italia ed emigrata in Germania

Ancora, nel corso degli anni sono nate auto speciali di marca Smart, e l’ultima è stata la Brabus Fortwo. Difatti, è molto probabile che possano arrivare nell’immediato futuro altri modelli a tiratura limitata, sempre elettrici.

Smart, dunque, prova a rifarsi il look, col nuovo CEO Lucio Tropea che avrà il compito arduo di supervisionare i prodotti e servizi per il mercato italiani, sviluppati dalla join venture tra Mercedes e Geely. Certamente, visto il buon lavoro fatto in precedenza, le possibilità di continuare a fare bene sono altissime.