Drifting, il più lungo della storia è durato 8 ore – Video

Sono passati esattamente tre anni dal record mondiale, che ha visto Bmw, driftare per ben 8 ore consecutive, percorrendo 374 km in derapata.

Indubbiamente un primato difficile da superare, ed infatti, ancora oggi, a distanza di anni si parla di Bmw M5 come regina del drift.

Il pilota Johan Schwarz, a bordo dell’ ammiraglia super sport bavarese, ha guidato per otto ore, di traverso, mettendo in pratica la famosa derapata, sul circuito “bagnato” in Sud Carolina. La necessità di tenere l’asfalto bagnato, è fondamentale, altrimenti, l’attrito con l’asfalto, dopo molte ore di sollecitazione avrebbe fatto “espoldere” gli pneumatici, soggetti, come potrete immaginare, ad una sollecitazione importante.

drift bmw m5
Johan Schwartz, Matt Butts e Matt Mullins (Bmw)

Queste imprese, ci fanno sempre più pensare che i piloti siano essere “sovraumani” e che, con la sola forza della passione, riescano a compiere atti “eroici”. Percorrere quasi quattrocento chilometri su una strada dritta, e magari a velocità controllata dal cruise control, può essere stancante. Immaginate girare in tondo, di traverso, per otto di seguito???

Potrebbe interessarti>>>Zeta non è sempre l’ultima, per Bmw Z1 è stata la prima

Il record nel record

Nella stessa occasione, è stato raggiunto anche un altro World Guinness. Si tratta del drifting parallelo di due auto, più lungo del mondo.

Questo primato, è stato raggiunto quando, un altro pilota, Matt Mullins, a bordo di un altra Bmw M5, ha affiancato, per parecchi giri la prima. L’operazione si è resa necessaria per fare rifornimento di carburante della prima auto ed evitare che si fermasse, per non perdere nemmeno un minuto delle 8 ore a disposizione per battere il record precedente.

Come in una scena di Top Gun, i due bolidi si sono avvicinati, parallelamente, mentre derapavano entrambe, con una precisione chirurgica, e, “l’autopompa”, ha agganciato il bocchettone in corsa rifornendo di benzina la “collega”.

I due piloti, in totale, hanno percorso quasi 80 km in coppia, prima che l’auto “benzinaia”, lasciasse la scena e il podio alla “pima donna” Blu Monaco.