La Cadillac di Al Capone è ancora disponibile, nessuno la vuole acquistare.

A distanza di quasi un anno dalla pubblicazione dell’annuncio di vendita dell’auto storica del gangster italo-americano, ancora nessun acquirente ha concluso l’affare.

la cadillac di al capone
Cadillac originale di Al Capone del 1928 (Celebritycars)

Sicuramente è stato uno dei più noti protagonisti della storia criminale mondiale, uno spietato malfattore, dedito a qualsiasi genere di reato, ed esportatore della Italian Maphia negli States, Al Capone Alias Alphonse Gabriel, soprannominato Scarface, è ricordato anche per la sua carcerazione, che non fu a causa dei reati sanguinari commessi, bensì legata ad una “banale” evasione fiscale. Uomo ovviamente molto ricco economicamente, nel 1928, acquistò una Cadillac Sedan, che si fece personalizzare in base alle sue “esigenze”.

Percorse meno di 1.000 miglia con questa vettura e, negli anni è stata rivenduta più volte, facendo il giro del mondo, e di nuovo, poco meno di un anno fa è stata riproposta dal sito Celebritycar.com al prezzo di 1 milione di dollari, ma ancora ad oggi risulta invenduta. Come mai nessuno è interessato ad un pezzo di storia dell’automobile? Il motivo probabilmente sarà da riferire ad un “senso di illegalità” che la riconduce al primo proprietario? eppure per gli appassionati si tratta di un veicolo unico, con soluzioni tecniche che per l’epoca erano quasi fantascienza.

Potrebbe interessarti>>>Venduta da Bring a Trailer, in America, la Mercedes-Benz 600 di Elvis Presley

Optional della macchina del Boss


Come detto, il mafioso, che di certo all’epoca non aveva problemi economici, si fece accessoriare la vettura a suo piacimento, con soluzioni sia estetiche, che meccaniche e funzionali, davvero stravaganti e futuristiche. La berlina era di colore verde con parafanghi e finiture nere, Carrozzeria e vetri antiproiettile (probabilmente fu la prima auto al mondo con questa caratteristica) per ovvie ragioni.

Altro accessorio era rappresentato dal lunotto posteriore, che si poteva abbattere, tramite una cerniera, così da permettere ad Al o ai suoi scagnozzi di ingaggiare conflitti a fuoco coi veicoli che li inseguivano, senza dover rompere il vetro (geniale come intuizione, se così si può dire). Il boss inoltre, fece montare sull’auto un motore 8 cilindri a V da 90 cavalli, capace di raggiungere la velocità record di quasi 180 km/h. Che dire, la berlina è decisamente affascinante, il prezzo “onesto”, non resta che fare un “salto” a Las Wegas per aggiudicarsela.