Con la vecchia Fiat Uno Turbo sfida Porsche e la Ferrari | Il [video] è da brividi e il finale inaspettato

Una vera e propria gara fra una Ferrari, una Porsche e una Fiat Turbo. Quest’ultima ha fatto il suo sporco dovere.

Si può essere uno dei marchi più potenti e costosi del mondo, ma quando l’ingegno umano mette in campo tutto il suo meglio, allora non ce n’è per nessuno. Questo è quello che abbiamo notato su un video che gira in rete e che ci ha messo pochissimo a diventare virale. Una di quelle attrazioni che è meglio non perdere, perché in giro non ce ne sono di molte simili.

Gli interni di una Fiat Uno Turbo
Il volante della Fiat Uno Turbo (WebSource)

Si tratta della corsa spericolata intrapresa da una Fiat Uno Turbo, che se avvenisse in strada prenderebbe il massimo delle sanzioni esistenti su questo pianeta.

A gareggiare contro una Ferrari e una Porsche ce ne vuole di coraggio, ma il pilota non si è tirato assolutamente indietro, dando prova di essere uno dei migliori sul campo. Ogni curva è un brivido da far tremare le vene, sia per chi lo vede ma, soprattutto, per chi era alla guida. Una potenza mostruosa che non può essere non vista, dato che non è facile trovare delle immagini del genere in giro.

La Fiat Uno Turbo all’azione

Il rombo del motore non può che attirare l’attenzione degli amatori automobilisti, dato che sembra di quelli che gareggiano ogni settimana. La telecamera che vibra di continuo mette in evidenza quanto sia complicato guidare un modello del genere, costruito per altri scopi, ma modificato per dare testa alle migliori della classe. Curva dopo curva, con derapate da cardiopalma, danno il senso di stare all’interno di un gioco di qualsivoglia console.

Tutta la potenza della Fiat Uno Turbo

In pista non era sola, ma vi erano una decina di macchine che sono state prontamente superate. Una gara degna del miglior Verstappen, con un modello da Gran Turismo molto particolare. Inizialmente,l’unica auto che si vede avere il coraggio di sorpassare la Fiat Uno Turbo è una Bmw bianca, con tanto di alettone da gara. Poi però, una volta presa confidenza con il volante, la questione è cambiata del tutto, dato che i contro-sorpassi, sono stati sensazionali.

Dieci minuti da vivere tutti in un solo respiro, per notare quanto la potenza dell’automobile messa in pista sia in grado di sfidare anche una Porche e una Ferrari. Ovviamente, in questi casi conta anche chi si trova alla guida e il coraggio che mette nei sorpassi, ma le prestazioni mostrate danno il senso di un’automobile di massimo rispetto.