Attenzione agli oggetti nel bagagliaio: se ti fermano senza, addio patente e multa esagerata

Mettersi in viaggio per molti è davvero emozionante, in modo tale per chi ama guidare nel proprio tempo libero o decide di farlo per scaricare lo stress. Farlo però avendo la giusta dotazione a bordo è però fondamentale se si vogliono evitare brutte sorprese.

I patentati si dividono spesso in due categorie: c’è chi ama guidare, anche per centinaia di chilometri senza sentire fatica o addirittura arriva a mrettersi al volante quando è stressato, e chi invece lo fa soprattutto per cause di forza maggiore, come accade per gli spostamenti quotidiani per motivi lavorativi.

Cos'hai nel bagagliaio?
Cos’hai nel bagagliaio? (Canva)

In entrambi i casi diventa però fondamentale sapere bene il Codice della Strada se si vuole evitare di dover mettere mano al portafoglio e dover sostenere una spesa imprevista, spesso nemmeno bassissima. C’è però una norma che con ogni probabilità pochi conoscono e che può portare a una sanzione tutt’altro che leggera per chi non la rispetta.

In auto ci sono cose che non devono mai mancare: attenzione

Ogni volta che si sale a bordo della propria vettura sarebbe bene avere con sè la dotazione necessaria. Questo farebbe pensare a quello di cui si ha bisogno quando si deve affrontare un viaggio importante, ma il riferimento è a ben altro.

Il Codice della Strada parla chiaro e definisce proprio con il termine di “dotazioni obbligatorie” quegli accessori che non devono mai mancare quando si ha in programma un tragitto, anche breve.

Il riferimento è innanzitutto ad alcuni documenti, che devono essere mostrati in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine. E’ il caso ovviamente della patente e del libretto di circolazione della vettura. Qualora se ne foste sprovvisti, è prevista una multa pari a 42 euro. Un importo certamente basso, ma che con un po’ di attenzione in più può essere evitato. Chi dovesse saldare tutto entro 5 giorni ha diritto a uno sconto del 30%.

Se non si dovesse portare la licenza di guida nei tempi richiesti, la cifra è però destinata a salire in modo consistente: si parte da un minimo di 430 fino a un massimo di 1.700 euro. Fino a qualche anno fa era inoltre indispensabile mostrare il tagliando che certificava il pagamento dell’assicurazione, mentre ora questo non è più dovuto.

Non solo documenti: in macchina servono anche alcuni accessori fondamentali

Gli obblighi per il guidatore non si limitano solo ai documenti. I controlli possono poi riguardare anche il tipo di gomme montate (è necessario avere quelle previste sulla base della stagione) e il seggiolino se si ha a bordo un bambino.

E’ importante inoltre essere previdenti nel caso malaugurato si andasse incontro a un incidente. In questo caso possono rivelarsi indispensabili il triangolo di sicurezza e il giubbotto catarinfrangente, che possono essere lasciati nel bagagliaio. Il primo deve essere omologato ed esposto a 50 metri di distanza dalla propria auto. La “dimenticanza” può costare cara: si parla di una multa pari a 170 euro, oltre alla decurtazione di due punti dalla patente. Conseguenze analoghe per chi non ha l’indumento che segnala la presenza di una vettura incidentata sulla carreggiata.

Fonte | Web Source

Pur non essendo obbligatori, sarebbe bene avere con sè in caso di emergenza anche un estintore e un kit di pronto soccorso.