Sembra una supercar ed anche un suv: l’incredibile concept con motore Lamborghini di Giugiaro

Il nome potrebbe non essere esattamente il più evocativo scelto per una supercar da questa carrozzeria che ha disegnato tantissime vetture molto conosciute. Però guardate che design…

Non sempre le concept car più suggestive vanano cercate agli inizi del novecento, ci sono molte vetture sperimentali decisamente interessanti anche nella nostra storia recente. Pensate semplicemente alla BMW omaggio alla mille miglia uscita meno di dieci anni fa o all’auto di oggi, disegnata e progettata da una delle carrozzerie italiane più note e vincenti di sempre.

Wikipedia intern10_05_2022 Quattromania
Gli interni della vettura (Wikipedia)

La creazione della Italdesign di oggi ha un nome molto particolare: Parcour e no, non abbiamo scritto male, la supercar non ha nulla a che vedere con la disciplina sportiva se non un piccolo dettaglio che rende la sua concezione molto particolare. Questo progetto risale al 2013, anno in cui la carrozzeria di Giorgetto Giugiaro propose il suo innovativo design.

La caratteristica principale della vettura è la sua altezza da terra decisamente notevole per una supercar, caratteristica che la rendeva teoricamente in grado di superare terreni sconnessi e sterrati senza nessun problema anche a velocità molto alte. Ma allora perchè ad oggi nonostante la moda dei crossover impazzi in tutto il mondo la Italdesign Parkour non ha avuto seguito?

Viaggio nel tempo

La cosa più curiosa della Parcour è questa: c’è una supercar che le somiglia molto ma non può essere stata influenzata dal suo design. La Pininfarina Nuova Stratos, tra l’altro realizzata da un rivale storico della Italdesign, somiglia moltissimo alla supercar della concorrenza ma essendo uscita nel 2010, per motivi cronologici non può essere stata ispirata dalla stessa.

Lancia Italdesign 10_05_2022 Quattromania
Italdesign Parcour (Italdesign)

La Parcour venne presentata al pubblico ufficialmente al Salone di Ginevra del 2013 suscitando reazioni interessate: l’auto era stata presentata in tre versioni diverse: una coupé – di cui potete vedere le forme qui sopra – una cabriolet ed una versione con livrea sportiva, tutte equipaggiate con uno straordinario Lamborghini V10 da 550 cavalli capace di spingere l’auto da ferma da 0 a 100 in 3,6 secondi.

Perchè non l’hanno fatta, vi chiederete voi? Pur ricevendo il premio “Best Concept” del 2013, la sportiva non ha mai trovato investitori interessati a produrla anche solo in una piccola serie. Le ragioni sono le solite: motivi economici, problemi di sviluppo…un vero peccato che anche questa idea sia rimasta solo un sogno nel cassetto.

Ma la lista delle concept car più straordinarie che non sono mai state prodotte è ancora lunga e nel tempo, cercheremo di farvele conoscere tutte.