Quando scoprirete di che moto si tratta stenterete a crederci: è irriconoscibile anche per i più esperti

Le modifiche su una moto l’hanno portata a divenire una versione del tutto irriconoscibile. Vediamo di che modello si tratta e perché ha questo clamore.

Le aziende tentano il tutto per tutto per poter far fiorire le proprie produzioni in maniera sempre più commerciale e in linea con le richieste del mercato. Questo è successo anche con una casa motoristica, che ha voluto reinventare un modello, che oggi sembra essere irriconoscibile agli occhi degli amatori.  Si tratta di una delle motociclette più antiche sulla faccia della terra che, col tempo, ha dovuto adeguarsi alla forte concorrenza.

La moto misteriosa
La moto misteriosa (returnofthecaferacer)

Oggi è in mano alla società indiana Eicher Motors, che si occupa anche della produzione di trattori, autobus e veicoli di tipo commerciale. Fu lanciata nel 1901 e la sua produzione nel paese in cui fu creata terminò nel 1970. Il marchio è inglese e proprio su quel territorio si videro sfrecciare i suoi primi modelli. Poi, la produzione iniziò a prender piede in India e riuscì anche a superare le Harley-Davidson a livello di vendite.

Era il 2014 quando ne furono acquistate oltre 300 mila, cosa inimmaginabile, visto che l’anno precedente soltanto un terzo di esse furono vendute. Quest’anno all’edizione del concorso di Busted Knuckles 5 è stata esposta in competizione con tanti altri modelli. si tratta della Royal Enfield, per chi non l’aveva ancora capito, che è stata chiamata a mettere in piedi un bicilindrico 650 e il risultato è stato spettacolare.

Il modello irriconoscibile della Royal Enfield

Il concorso è stato effettuato per i concessionari della casa motociclistica della Nuova Zelanda e dell’Australia. La sfida è stata ardua e ne è uscita, ovviamente, una vincitrice. Return of the Cafe Racers è stato invitato a valutare i modelli esposti. Tutte le moto sono state esaminate attentamente, ma una è sembrata esser la vincitrice sin dal momento in cui si sono poggiati gli occhi su di lei.

Una Royal Enfield
Royal Enfield del 2022 (WebSource)

I giudici hanno sentenziato in merito ed è stata la casa neozelandese ad avere la meglio. L’ispirazione è partita dai modelli più vecchi. Secondo Royal Enfield “i neozelandesi sono sempre stati bravissimi con la creazione delle moto, infatti, hanno anche prodotto dei grandi artisti come John Britten e Burt Munro”.

L’ingegno dello staff li ha portati a trasformare la Continental GT, divenuta GT 650. Il modello ha sbaragliato la concorrenza di tutte le altre partecipanti e ha messo la parola fine ai loro sogni di gloria.