La “Bmw” GT cinese sbarca in Italia | La “fotocopia” low cost non dispiace agli appassionati

Il mercato italiano si prepara ad ospitare tante moto provenienti dalla Cina quest anno. Lei ha un’aria familiare che sicuramente i veri fans del marchio tedesco avranno già riconosciuto.

Ormai lo sappiamo bene, i progettisti cinesi…non hanno proprio una gran fantasia! Per ogni casa del Celeste Impero che si impegna fortemente per proporre un design originale ed accattivante prima di esportare i suoi prodotti in Europa infatti, ne abbiamo un’altra che si rivela un po’ pigra e decide semplicemente di copiare il compito di qualcun altro!

DW chinese 14_04_2022 Quattromania
(DW.com)

Ricordiamo il brutto episodio della “Vespa cinese” che ha fatto talmente infuriare la Piaggio da costare alla casa cinese che l’aveva importata un severo bando dal mercato italiano. O per restare in tema di cronaca recente quello dell’auto ritenuta troppo poco sicura dalla stampa olandese anche solo per circolare sulle nostre strade.

Valutiamo adesso se anche uno degli ultimi arrivi cinesi che ha causato un certo parapiglia sul mercato delle due ruote ha mantenuto le promesse o se si tratta solo dell’ennesimo, pigro plagio di una moto più famosa, in questo caso senza nemmeno avere tanta fantasia sul nome!

Un’omonimia pericolosa

La CF1250J non ha nemmeno un nome tanto diverso dalla moto a cui si ispira palesemente nel design, la BMW 1250 RT. I cinesi si sono limitati a cambiare le ultime due lettere del nome, roba da matti…trascurando l’aspetto estetico però, la motocicletta si pone effettivamente come una valida alternativa sul mercato delle due ruote per tutti i centauri più attenti al risparmio.

Ride Today moto cinese CF 13_04_2022 Quattromania
CF 1250J, pronti al plagio! (Ride Today)

La due ruote cinese infatti può vantare un ottimo propulsore V2 della KTM, ditta che non ha certo bisogno di presentazioni nel suo campo. La versione GT della moto poi propone un propulsore da ben 140 cavalli che può realmente dare del filo da torcere a qualsiasi veicolo proposto dalla concorrenza. La moto va a collocarsi nella fascia di prezzo dei 13.200 Euro – metà della BMW “copiata” – in cui si colloca ad esempio la Benelli 1200.

Quello che è stato risparmiato in progettazione insomma è stato investito dalla casa cinese nel rendere la moto competitiva e ben costruita. Quindi, il verdetto? Ci viene da dire pena sospesa perchè a tutti gli effetti, la CF 1250J è una bella tentazione per chi vuole una moto, specie nella configurazione GT che ci permette di guidare una sportiva senza spendere una cifra spropositata. La prossima volta però, vogliamo più originalità!