Arriva la prima Ducati da corsa completamente elettrica: con meno di 8mila euro si porta a casa – Foto

Un nome – Futa – che appartiene al DNA Ducati. Innovazione e tradizione per conquistare chi, da sempre, apprezza lo stile Ducati

Da sempre Ducati guarda al futuro. E come sappiamo, il futuro fa rima con elettrico. E, allora, la nota casa motociclistica italiana, si adegua. Con la nuova Futa, Ducati entra nel segmento E-Road. Innovazione senza mai dimenticare la tradizione. Un nome – Futa – che appartiene al DNA Ducati, in onore alle curve dell’omonimo Passo tra Emilia Romagna e Toscana, conosciuto e amato da tutti gli appassionati Ducatisti.

Ducati Marchio (1)
Ducati Marchio

Una e-road leggera che incarna il puro spirito Ducati puntando su design, innovazione e divertimento in una perfetta combinazione tra comfort e prestazioni: un prodotto di ultima generazione sviluppato per coprire maggiori distanze e dislivelli, oltre le proprie aspettative.

L’app FSA, disponibile per dispositivi iOS e Android, consente al ciclista di visualizzare in maniera rapida e intuitiva le statistiche di guida, la durata residua della batteria e lo stato di carica. Il telaio monoscocca in fibra di carbonio UD presenta una geometria sport endurance, ma con scelte tecniche orientate all’aerodinamica e alla velocità.

Il carro posteriore compatto, con foderi ribassati, rende il mezzo confortevole, generando al contempo una minor resistenza aerodinamica. Il triangolo posteriore è rigido lateralmente, proprio in virtù della scelta dei foderi e favorisce una migliore trasmissione della potenza alla ruota, oltre ad aumentare la reattività della bici. Tubo obliquo, reggisella e foderi forcella sono sapientemente profilati e i loro rilievi vengono messi in evidenza dal gioco di colori della livrea: un ton sur ton di grigi e neri con accenti in Rosso Ducati.

Le caratteristiche della Futa

La nuova Futa sarà disponibile anche in Limited Edition: una versione esclusiva, solo in 50 esemplari numerati, per chi è alla ricerca di una E-Road con una dotazione di serie ancora più sofisticata che rende la bici ancora più leggera (12.2 kg totali nella taglia M). Eh già, perché di una bici stiamo parlando. Una bici elettrica che, però, sprizza “ducatismo” da tutti i pori.

Ducati Futa (Ducati)
Ducati Futa (Ducati)

Il motore, posto sul mozzo posteriore, con 250W e 42Nm di coppia che vanta un’erogazione fluida e naturale in ogni condizione ed è tra i più compatti e leggeri della categoria (3,98 kg). Questo motore è dotato di 5 livelli di assistenza selezionabili tramite il comando Garmin posto al manubrio che permettono di gestire il livello di supporto a proprio piacimento.

Dallo stile elegante è frutto di molti anni di ricerca e sviluppo. Il gruppo K Force WE vanta un cambio elettronico wireless 2×12 velocità che assicura dei cambi di velocità fluidi, silenziosi, rapidi e precisi. Le leve intercambiabili in carbonio UD assicurano una presa intuitiva e comoda, soprattutto grazie alla regolazione della profondità su tre posizioni.

Un manubrio aerodinamico in fibra di carbonio tra i più resistenti sul mercato e ricco di particolari notevoli che lo rendono decisamente comodo. Come l’incurvatura di 10° in avanti, che consente alle mani di arrivarci in maniera più comoda e con una posizione ideale per favorire la respirazione. Il passaggio dei cavi è completamente integrato. Un set di ruote dalla costruzione solida e affidabile. I cerchi in carbonio non solo contribuiscono ad un risparmio di peso ma favoriscono l’efficienza di pedalata, soprattutto nelle fasi di accelerazione. Gli pneumatici Pirelli Cinturato Velo “tubeless ready” (35×700) sono sinonimo di grip, confort e robustezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Arriva la prima Ducati elettrica e costa solo 1.600 euro FOTO

Insomma, la Futa ha davvero tutto per conquistare chi, da sempre, apprezza lo stile Ducati. E anche il prezzo è molto accessibile. La prima bicicletta da corsa Ducati a pedalata assistita, disponibile anche in edizione limitata può essere acquistata a un prezzo che da 7.690€.