Pneumatici auto: ecco come tutto cambierà a breve | Addio alle “vecchie” gomme

Il mondo dell’automobile è in continua evoluzione. Non parliamo del possibile e definitivo passaggio all’elettrico, ma di qualcosa che riguarda gli pneumatici, ed in particolar modo proprio quelli costruiti per le quattro ruote.

Gli pneumatici sono fondamentali per il settore dell’automobile. Tuttavia, spesso capita che gli stessi si rompano, mettendo in grave pericolo l’incolumità di milioni di automobilisti ogni anno. Ecco perché le aziende operative nel settore degli pneumatici stanno, da svariato tempo, pensando ad una nuova soluzione: gli pneumatici senz’aria.

Pneumatici auto: le novità
Pneumatici auto: le novità (web source)

Se ne parla da diverso tempo tra gli addetti ai lavori e potrebbe trattarsi di una vera e propria svolta. Una rivoluzione che presto potrebbe arrivare ad essere resa realtà, con i primi modelli di auto equipaggiati tra il 2025 ed il 2027.

Questa novità, arriva direttamente dagli stabilimenti Michelin, che dopo cinquanta brevetti depositati e tanti anni di studi e sviluppi a riguardo ha ultimato il suo primo pneumatico senz’aria; ovvero, Uptis.

Pneumatici senz’aria, vantaggi e funzionamento del (possibile) futuro

Ora veniamo ai dettagli più “intimi” degli pneumatici privi di aria. I loro vantaggi, innanzitutto, sono da collegare alla sicurezza stradale. Queste gomme non forerebbero infatti, evitando così un buon numero di incidenti, che spesso si rivelano essere pure tragici. In più, non assisteremmo più all’usura di milioni e milioni di unità ogni anno.

Tornando a Michelin, ha già presentato lo pneumatico Uptis (Unique Puncture-proof Tyre System) nel 2019, testandolo sulla Chevrolet Bolt, una citycar elettrica commercializzata nel Nord America.

Pneumatici senz'aria (Web source)
Pneumatici senz’aria (Web source)

Un’auto che fra qualche anno potrebbe introdurre definitivamente sul mercato questa nuova tipologia di pneumatici. Arrivando al loro funzionamento, per quel poco che sappiamo, come facilmente intuibile la gomma dello pneumatico non comprende una camera d’aria.

A sostenere il peso della ruota ci pensano delle sofisticate ed alquanto rigide lamelle in fibra di vetro, che hanno la particolare caratteristicha di essere particolarmente flessibili.

In caso di urto o di attraversamento di un percorso accidentato, come potrebbe accadere in una strada piena di detriti o di pietre, la gomma si deforma resistendo però agli ostacoli incontrati lungo il tragitto.

I cerchi in lega, in questo caso, rinforzerebbero la gomma durante la marcia, annullando di fatto una possibile rimozione. In ogni caso, è ancora presto per dire se questa sarà una soluzione efficace in futuro.

Pneumatici senz'aria (Web source)
Pneumatici senz’aria (Web source)

Poitrebbe interessarti>>> Continental, non solo pneumatici: così l’azienda stravolgerà le nuove automobili

Negli Usa la principale indiziata per dare vita a questa nuova tecnologia sarà la Chevrolet Bolt. In Europa, secondo le ultime indiscrezioni, la Mini Cooper SE. Nulla di ufficiale, anche sarà davvero interessante vedere questi pneumatici “a prova di foratura” in azione nelle strade che tutti noi ogni giorno utilizziamo.