Tesla: ancora grattacapi per Elon Musk | Il suo “gioiello” non riesce ad avere pace

Ancora problemi tecnici per Tesla. La creazione di Musk rivela un’altra imperfezione forse marginale, ma comunque rischiosa. Ed ecco che centinaia di migliaia di auto rischiano il richiamo.

Ancora noie per il CEO di Tesla, Elon Musk che non ha davvero modo di continuare in santa pace a gestire il suo progetto di arrivare su Marte. Le sue Tesla, le auto elettriche che recentemente hanno fatto segnare il record di vendite qui da noi, in Europa, continuano a dare problemi. Questa volta, a dare noie alla compagnia non è un problema legato alla guida automatica ma qualcosa di più “tradizionale”.

getty
Un concessionario Tesla (Getty Images)

E’ stata di nuovo la NHTSA, la società legata all’industria statunitense dei trasporti a chiedere il richiamo di un numero di auto elettriche della compagnia decisamente elevato e pericolosamente vicino al milione: infatti sono arrivate ad essere oltre 817.000 le Tesla richiamate dal marchio. Si tratta di un problema che, pur se banale, non può essere sottovalutato.

Dopo gli incidenti legati alla guida automatica di Tesla, uno dei feature più discussi ma innovativi delle automobili del marchio di Musk, stavolta sono le cinture di sicurezza, uno dei più importanti strumenti protettivi per guidatori e passeggeri, a far scattare il richiamo dell’industria dei trasporti. Ecco cosa si sospetta sia successo alle centinaia di migliaia di auto interessate da questo fermo.

Tutto per una piccola spia

Avete presente quel fastidioso segnale acustico che vi ricorda che non avete messo la cintura di sicurezza anche se state soltanto facendo la manovra nel cortile di casa? Bene, si tratta di un indicatore che per quanto odioso può salvare la vita ad un guidatore poco attento che magari, preso dalla distrazione, si immette in strada senza ricordarsi di allacciare la cintura di sicurezza.

Indamart
La cintura di sicurezza salva più di 300.000 vite l’anno (Indamart)

Si stima che uno strumento semplice come la cintura di sicurezza salvi ben 374.276 guidatori e passeggeri ogni anno. A fornire queste cifre è proprio l’NHSTA che si è accorta di un problema sulle Tesla richiamate: su queste automobili, il sensore acustico non funziona se il guidatore dimentica di – o non vuole – allacciare la cintura di sicurezza. Idem per i passeggeri.

Ti potrebbe interessare anche -> Musk ha battuto un altro record? Ecco cosa è successo 

La risposta di Tesla è stata che: “Il sensore si attiva sempre quando l’auto supera i 22 chilometri orari“. Ciononostante il marchio ha annunciato un aggiornamento di massa che riguarderà centinaia di migliaia di berline e SUV del marchio. Nel corso del 2022 le vetture vedranno corretto questo piccolo ma grave difetto, assicura Tesla.