Stellantis: la notizia clamorosa che cambia tutto il mercato dell’automotive

Prevale quindi la linea dell’amministratore delegato, Carlos Tavares. Proprio mentre arrivano ottime notizie dalla Cina

La notizia bomba era stata lanciata in anteprima dall’agenzia Bloomberg. Una indiscrezione clamorosa che l’azienda non ha commentato. Ma che, poi, nel corso delle ore, ha trovato conferme. Si tratta certamente di qualcosa che cambia molto nel mercato delle autovetture. E che cambia molto anche il giudizio dato fin qui sull’operato e sull’azione del colosso Stellantis.

Stellantis (web source)
Stellantis (web source)

L’agenzia Bloomberg, infatti, aveva anticipato tutti, sostenendo come Stellantis fosse pronta a restituire, con un anno di anticipo, il prestito da 6,3 miliardi erogato a marzo 2020 da Intesa Sanpaolo e garantito da Sace. Stando a quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, Stellantis rimborserà la linea di credito da 6,3 miliardi, con garanzia pubblica all’80% di Sace.

Intesa San Paolo fornì il finanziamento, che come scadenza naturale aveva il giugno 2023. Così, dunque, verrebbe meno il blocco dei possibili interventi sul personale nel nostro Paese. Una misura prevista da tutti gli accordi di garanzia siglati da Sace e legati alla pandemia. L’operazione fu approvata dal ministero delle Finanze, all’epoca guidato da Roberto Gualtieri, a cui fa capo Sace.

Le voci si rincorrono, tutto inizia ad avere sempre più rilevanza nel mondo dell’automotive, ma anche sui mercati finanziari. Infine, l’intervento di Stellantis.

La conferma

L’azienda ha infatti annunciato che la controllata FCA Italy e altre società italiane del Gruppo hanno rimborsato la linea di credito da 6,3 miliardi aperta con Intesa Sanpaolo. La linea di credito, stipulata a giugno 2020, era stata messa in piedi per agevolare e incentivare la ripartenza e la trasformazione del settore automobilistico italiano dopo l’epidemia di COVID-19.

L’obiettivo era quello di fornire liquidità alle attività della Società in Italia e ai suoi fornitori italiani. La linea è stata determinante per il riavvio della produzione industriale e ha consentito di avere continuità in progetti di investimento chiave per un futuro sostenibile al settore automobilistico in Italia. Proprio in un periodo in cui le aziende automobilistiche sono alle prese con la “svolta green” voluta dall’Unione Europea che, ovviamente, comporta un cambiamento importante nelle strategie delle case automobilistiche.

L'amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares (Getty Images)
L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares (Getty Images)

“Stellantis è ora in grado di rimborsare la linea in anticipo rispetto alla data di scadenza originaria di marzo 2023 continuando i suoi progetti di investimento” spiega una nota. Prevale quindi la linea dell’amministratore delegato, Carlos Tavares.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fiat, avvistato il nuovo suv di Stellantis | Il 2022 sarà l’anno della svolta FOTO

Una notizia clamorosa che arriva proprio nelle stesse ore in cui Stellantis ha annunciato di aver rafforzato sensibilmente la sua posizione commerciale in Cina. Dongfeng Peugeot Citroen Automobile Co, la joint venture formata da Stellantis e dalla cinese Dongfeng Motor Corporation, nel 2021 ha venduto oltre 100.000 veicoli. Più del doppio del volume delle vendite annuali del 2020. Jeep Wrangler, in particolare, ha raggiunto un record storico nelle vendite annuali e il marchio Jeep si è classificato al primo posto per qualità e affidabilità dei veicoli.