Non fatevi ingannare dalle apparenze: questa Fiat può essere un carro armato – Foto

Si può trasformare un’utilitaria Fiat in tante cose diverse. C’è chi è riuscito a trasformare una 126 in una hot hatch sportiva. Ma in un carro armato? No, questa ci mancava…

Ci sono volte in cui un tuning ottiene risultati brillanti. I più divertenti sono quelli che interessano piccole utilitarie poco potenti e le trasformano in delle belve, capaci di umiliare pure la più brillante e costosa supercar. Altri tuning…sono un po’ di cattivo gusto a dir poco.

Wiki-53
Fiat 126 (Wikipedia)

Prendiamo una normalissima Fiat 126. Ma si, la piccola utilitaria che ha fatto impazzire gli italiani durante gli anni 70, fornendo a tante persone una piccola citycar con cui addentrarsi pure nella metropoli più trafficata. Se vi dicessimo che la 126 con qualche modifica può combattere una guerra, ci credereste?

Ovviamente no, che domande. Si tratta di un’automobile molto piccola che al massimo sarebbe buona per trasportare un paio di casse di rifornimenti dietro le linee. Eppure, qualcuno con un bizzarro senso dell’umorismo ha deciso comunque di trasformarla in un carro armato, anzi, in un autoblindo.

Sull’attenti!

La Fiat 126 in foto ha subito un tuning più marziale che tamarro, per questa volta: bisogna ammettere che il risultato è molto carino anche se per vari motivi, l’auto non sarebbe ovviamente di nessuna utilità nemmeno in un conflitto a bassa intensità…

World of Tanks
Fiat 126, pronta per il fronte (World of Tanks)

La foto è comparsa su un blog legato al gioco online World of Tanks e non ne conosciamo l’origine precisa. Possiamo però dedurre qualcosina sull’auto già solo vedendola in foto. Anzitutto, è probabile che si tratti di una delle 126 prodotte su licenza in Polonia.

La torretta montata sull’auto – che con tutta probabilità non funziona – è la stessa del carro armato francese FT17, usato nella prima guerra mondiale. Tale armamento si trova pure sull’autoblindo polacca del 1934 Samochód pancerny WZ34, ragione per cui siamo convinti che l’auto venga dal paese est europeo.

Ti potrebbe interessare anche -> Le molteplici “facce” della piccola 126 

A conti fatti, bisogna dire che l’autore ignoto di questa bizzarra modifica si è davvero impegnato: la cura nei dettagli è impressionante. Ma l’auto sta sicuramente meglio su un blog dedicato ad un videogame rispetto che su un vero campo di battaglia, non credete?