Fiat, con la 500 elettrica risolve il problema della ricarica | Ecco come

Una ricarica FAST al costo di una normale colonnina fissa. Ecco come aderire alle tariffe agevolate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da E-GAP (@e.gap.italia)

Comprare una Fiat 500 elettrica può diventare ancor più conveniente grazie alla partnership siglata tra il Gruppo Stellantis e la società E-GAP, che si occupa della ricarica in mobilità ai veicoli elettrici. Ecco tutti i dettagli.

Ricariche scontate sempre a portata

Secondo l’accordo stipulato tra Stellantis ed E-GAP per gli acquirenti di una Fiat 500 elettrica sono riservati 12 mesi di ricariche a prezzi vantaggiosi a Milano e Roma. In tal modo, quindi, non ci sarà mai il rischio di rimanere senza energia per la propria Fiat 500 elettrica. Anche se nei paraggi non c’è una colonnina per la ricarica.

L’accordo tra Stellantis ed E-GAP consentirà a chi ha acquistato una Fiat 500 elettrica di usufruire di tariffe vantaggiose per i 12 mesi successivi all’acquisto. Una simulazione: ricariche da 10, 20, 30 kWh a partire da 7,30 euro. Il calcolo è presto fatto: da 0,73 euro per KWh. Ovviamente i costi variano anche dall’urgenza con cui si richiede la ricarica. Entro 90 minuti, entro 6 ore o entro 24 ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto elettriche, le previsioni sono rosee: ne vedremo tantissime negli anni

Come funziona

Nuova Fiat 500 elettrica (fiat.it)

Una ricarica FAST al costo di una normale colonnina fissa. Un passo in avanti interessante. L’implementazione dello smart charging, infatti, è fondamentale per poter pensare a una vera espansione del mercato dell’elettrico. In Italia ancora frenato dall’esiguo numero di infrastrutture di ricarica su strada.

Un ulteriore tassello verso la mobilità sostenibile. E Fiat, marchio storico per l’intero Paese vuole essere capofila in questa svolta. Per prima cosa gli utenti devono scaricare l’app di E-GAP, disponibile per iOS e Android. Localizzando l’autovettura e indicando un orario, arriverà puntualmente l’erogazione di energia a bordo di un van con punto mobile di ricarica.

Anche nelle zone più difficili da raggiungere si potrà sempre essere riforniti, grazie a una ricarica portatile. Che possa riattivare l’auto, almeno fino a un vicino punto di ricarica standard.