La potenza di Elon Musk: con un “Click” sconvolge i mercati mondiali

Nuovo annuncio del magnate Tesla su Twitter fa impazzire il mercato. Bitcoin si o Bitcoin no?

tesla crolla in borsa
Elon Musk

“Quando ci sarà conferma di un utilizzo ragionevole (del 50%) di forme di energia pulita da parte dei miners con un trend futuro positivo, Tesla tornerà a consentire le transazioni in Bitcoin”. E’ bastato un tweet del magnate di Tesla, Elon Musk, per far schizzare quasi quota 40mila dollari i Bitcoin.

Elon Musk fa e disfa

L’azienda statunitense specializzata nella produzione di auto elettriche, pannelli fotovoltaici e sistemi di stoccaggio energetico ritornerà quindi ad accettare i pagamenti in criptovaluta. Secondo quanto si legge nel tweet di Musk, c’è fiducia sull’uso virtuoso di energia pulita nel mining.

Mining deriva dal termine inglese “to mine” ossia estrarre, ma incentrato sulle criptovalute. Il Bitcoin Mining è riferito, dunque, ad un loro processo di estrazione. Dunque Minare Bitcoin vuole dire ottenere BTC generati dalla rete e distribuiti online. Un settore che Musk conosce bene e che oggi, con le sue dichiarazioni ha fatto ritornare quasi a quota 40mila dollari.

A febbraio il fondatore di Tesla ha comprato bitcoin per un valore di un miliardo e mezzo di dollari (circa 1,24 miliardi di euro). Un passaggio prodromico al fatto che poi, a marzo, ha annunciato l’intenzione di permettere entro la fine dell’anno l’acquisto di Tesla pagando in Bitcoin. Ma circa un mese dopo, a metà maggio, Elon Musk ha cambiato idea, annunciando, sempre con un tweet, il dietrofront: “Tesla ha sospeso l’acquisto di veicoli che avviene attraverso l’utilizzo dei Bitcoin”.

Inevitabile il crollo della criptovaluta, che scese del 16%. Da 51mila dollari a circa 46mila. E anche il successivo rialzo, portò comunque a una discesa di circa l’8% rispetto al livello precedente alle dichiarazioni di Musk.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tesla: Elon Musk fa crollare i Bitcoin | Il tweet che ha sconvolto i mercati

Mercato in forte crescita

Sede Tesla
Il marchio Tesla (Getty Images)

Ancora una volta, bisogna capire quanto l’atteggiamento di Musk sia reale o incastonato in una strategia. Il magnate di Tesla sa che ogni sua dichiarazione porta a un sommovimento importante del mercato e dei mercati. Anche in quello della criptovaluta. E, infatti, il Bitcoin è schizzato circa del 10% dopo l’affermazione online di Elon Musk.

Il 14 aprile scorso ci fu un rialzo del ben 30%, con i Bitcoin che arrivarono a superare i 64mila dollari. Una spia di un mercato che è ancora ondivago. Ma con enormi potenzialità di rialzo. E a condizionare sensibilmente il mercato è proprio Elon Musk, che ciclicamente si dice fiducioso o preoccupato sull’utilizzo di combustibili fossili nel mining e nelle transazioni.

Insomma, Elon Musk è sempre stato un grande sostenitore delle criptovalute. Che gli hanno anche reso molto bene. E’ stata la stessa Tesla a dichiarare un guadagno netto di 101 milioni di dollari dalle vendite di bitcoin durante il primo trimestre del 2021.