Opel, arrivano Mokka e Mokka-e: la rivoluzione dei SUV

Opel Mokka rivoluziona la casa tedesca attraverso due modelli, uno tradizionale con motore benzina e diesel e un altro con motore elettrico.

opel mokka
Opel Mokka (Getty Images)

Tempo di cambiamenti per Opel, con il nuovo SUV Mokka. Quest’auto rappresenta un passo del tutto nuovo nella storia della casa tedesca, per via del fatto che è presente in due versioni, una tradizionale con motore diesel e benzina, e l’altra è pienamente elettrica.

Mokka e Mokka-e, sono riusciti a fare della semplificazione il loro mantra, inseguito da tutta Opel. Infatti, già dall’esterno, l’estetica è minimalista, con pochi fronzoli e tecnicismi. Anche gli interni, mostrano facilità d’uso, senza comandi troppo articolati, e quindi difficili.

Opel, con questa nuova macchina, quindi, mette in scena la nuova generazione di SUV compatti, pronta a prendersi ancora una volta la scena, e soprattutto il mercato. Infatti, la casa tedesca, ha spesso invaso le strade italiane e del resto d’Europa con i suoi veicoli, ritenuti molto affidabili.

Potrebbe interessarti >>> La prima super car omologata 6 ruote: realtà tutta italiana. Foto

Mokka, le caratteristiche tecniche

opel mokka-e
Opel Mokka-e (Getty Images)

Opel Mokka, dunque, come già detto, è presente in due versione, tradizionale e full-electric. Partendo dalla prima, quella con motore benzina e diesel, ovviamente anche in questo senso l’obiettivo è stato di ridurre le emissioni provocate dal propulsore.

Molto importante, è l’uso del Commond Modula Platform (CMP), utilizzata come base per costruire diversi componenti, abbattendo così i costi di produzione. Inoltre, il nuovo SUV è più corto rispetto alla prima generazione, nonché meno pesante. Migliorata anche l’aerodinamica, con l’aggiunta degli “air curtains”, ovvero spiragli per far arrivare più aria sul davanti.

Potrebbe interessarti >>> La Cina invade il mercato europeo delle auto elettriche. Tesla & C. avvisati

Riguardo la Mokka-e, come già detto è una macchina full-electric. Il motore può spingere solo fino a 150 km/h, ma sia la ricarica che l’autonomia delle batterie, forniscono un’ottima resa. Rivisto soprattutto l’impianto frenante, che frena non meccanicamente con le pinze, quanto piuttosto con la rigenerazione magnetica, con il motore a fermare l’auto.

Opel, quindi, con Mokka e Mokka-e, prova a disegnare un nuovo futuro per se, andando ad incontrare come al solito, il gusto del pubblico. Certamente, la nuova auto della casa tedesca fa molto parlare di se, e questo è un bene perché può avere più persone interessate nell’acquisto.