Honda E, Fantascienza urbana al servizio di pochi.

Arrivata in Italia, la nuova Honda E, un concentrato di tecnologia 100% elettrica, con un solo difetto, il prezzo.

Com’è all’esterno

Esteticamente, la piccola giapponese, è davvero ben fatta, ricorda vagamente le Civic degli anni ’70. Linee “urban” e dimensioni contenute, con particolari di stile davvero unici, come le maniglie delle portiere a scomparsa.

Honda E
Specchietto Honda E (Honda.it)

Altro dettaglio hi-tech, è, l’assenza degli specchi retrovisori esterni, sostituiti da due telecamere ad alta definizione che comunicano con due schermi all’interno dell’abitacolo, uno sulla sinistra e l’altro sulla destra del guidatore.

I fari, hanno una forma circolare, che ricorda le auto del passato, ma una tecnologia a led che le rende assolutamente funzionali nella guida.

Honda E
Honda E (Flickr)

Disponibili 5 diversi allestimenti, e moltissimi accessori da scegliere per rendere l’estetica della E ancora più personalizzata. Degni di nota, sono i cerchi in lega da 16 o 17 pollici, che sono studiati per proteggere i freni a disco, dalla sporcizia e dagli agenti atmosferici.

Potrebbe interessarti>>>Cupra Formentor, dalla Spagna, 100% SUV, 100% Ecologica

Gli interni

Honda E
Interni Honda E (Honda.it)

L’abitacolo della piccola Honda E, a dispetto delle dimensioni esterne, è molto comodo, reso elegante da un grande tetto panoramico in cristallo e tanti dettagli di qualità elevata nei materiali. I sedili sono comodi ed oltre che in tessuto molto elegante, possono essere ordinati anche in pelle.

Il cruscotto, rifinito in legno, è formato da 5 display multimediali a colori, che uniti occupano tutta la parte anteriore della vettura. Su due di questi “tablet”, troviamo moltissime applicazioni infotainment.

Potrebbe interessarti>>>Dopo quasi 30 anni di successo, Renault saluta la mitica Twingo

Prestazioni, autonomia e prezzi

Honda E
Honda E (Flickr)

La e, ha un motore elettrico, con un pacco batteria da 35,5 kw/h inserito appositamente nel telaio inferiore del veicolo. La potenza erogata, in modalità “sport”, è di 154 cavalli con una coppia di 315 Nm, la trazione è esclusivamente posteriore, e raggiunge i 100 km/h con partenza da fermo in 8 secondi.

L’autonomia è davvero bassa, con una carica completa, si percorrono circa 200 km, ma la buona notizia, è che la ricarica si effettua in circa 30 minuti dalle colonnine, mentre con la corrente domestica, ce ne vogliono circa 4.

Unico neo, a nostro avviso, è il prezzo, che la rende non proprio alla portata di tutti quelli che cercano una city car ecologica. La Nipponica costa, in versione base, €. 35.900,00, ma al momento, grazie a tutti gli incentivi a disposizione, diventa quasi abbordabile, godendo di uno sconto totale di 12.000 euro che abbate il costo a meno di 24 mila euro chiavi in mano.