Quando il contadino diventa HI TECH, grazie al trattore Monarch

Nel prossimo futuro, uno dei mestieri più genuini ed essenziali del mondo, subirà un cambiamento legato ai tempi. Il contadino, probabilmente non sarà più rappresentato da quella figura con abiti da lavoro, ma da nuovi “manovali” in giacca e cravatta. La rivoluzione inizia oggi con il trattore della Monarch.

trattore elettrico ken block
Trattore elettrico Monarch (Fonte Monarch)

Il primo trattore 100% elettrico


La Monarch è un’azienda con base in America, ma con cuore italiano, dato che uno dei fondatori è Carlo Mondavi, figlio e nipote di famosi produttori vinicoli, che proprio negli States hanno sviluppato il loro impero. Il trattore sviluppato dall’azienda è il primo al mondo totalmente elettrico, con funzioni di lavoro intelligente molto avanzate, che prevedono sia la guida autonoma (tipo Tesla per capirci) che alcune funzioni come quella denominata “ombra”, in cui il mezzo segue passo passo il lavoratore nei campi senza che alla guida ci sia nessuno.

L’innovativo veicoli dei campi è dotato della trazione 4×4, e spinto da una batteria in grado di durare 10 ore e per essere ricaricata completamente gliene servono 4/5; la potenza è di 75 cavalli. Il prezzo assolutamente competitivo per un macchinario del genere, ha visto già il sold out delle prenotazione (listino di circa 50.000 dollari).

La particolarità ulteriore, è che il mezzo è comandabile anche da remoto tramite un applicazione, e, grazie alla visuale delle telecamere a 360 gradi, l’operatore potrà “lavorare” da casa, con la possibilità di programmare anche più di un veicolo alla volta.

Potrebbe interessarti>>>Mole Urbana, elettrica italiana 100% ecologica anche nei materiali.

Testimonial d’eccellenza

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ken Block (@kblock43)


Tra i tanti sportivi “ecologisti” e non che hanno dedicato un messaggio o una testimonianza al prodotto, troviamo il Re del Drifting ed ex rallysta Ken Block, che sul suo profilo Instagram, si è complimentato con il suo amico italiano che produce il trattore, sicuramente non sarebbe male vedere il divo del testa coda alle prese con l’off-road a bordo del mezzo da lavoro elettrico.