Il ritorno del bisonte americano, Hummer si ripresenta sul mercato nel 2021.

Dopo oltre 10 anni dall’uscita di scena, la General Motors, approfitta della “richiesta” di super SUV elettrici e rispolvera un cavallo di battaglia del gruppo, dando alla luce il restyling completo della jeep più amata dai Marines americani.

nuovo hummer ev
Hummer H2 (Flickr)

Il progetto Hummer, nasce nel lontano 1979, ma diventa “commerciale” quando, nel 99 la produzione fu acquisita dalla GM, che sfornò, fino al 2006, 3 modelli della stessa auto: il mostruoso H1, il medio H2, ed il “mini” H3. A seguito della grande crisi del mercato americano dell’auto, iniziata nel 2008, l’azienda decide di interrompere le attività e cessò la produzione di questa icona 4×4, nel malcontento degli appassionati del marchio.

Le jeep vecchia generazione, sono divenute famose, anche per l’utilizzo militare, che l’hanno vista protagonista negli anni ’90 su parecchi scenari di guerra dove erano impegnate le truppe americane. Il successo in quegli anni fu dato, anche, dai molti “testimonial” famosi che ne possedevano una, tra cui importanti rapper e attori di Hollywood, primo fra tutti, Arnold Schwarzenegger.

Potrebbe interessarti>>>Storie diverse ma stesso destino, 3 Fuoristrada italiane finite nel “dimenticatoio”

Hummer EV, le prenotazione per la prima serie sono già esaurite.

nuovo hummer ev
Nuovo Hummer EV (Fonte GMC)

GMC (sempre di proprietà di GeneraMotors), sarà il marchio con cui verrà prodotto il suv elettrico, in vendita a partire dall’autunno di quest’anno. La produzione è stata programmata a step, la prima serie che si vedrà in strada, è la top di gamma, che sarà seguita negli anni successivi, da altri modelli più “economici” ed ovviamente meno performanti. L’ Hummer EV Edition 1, così si chiamerà la prima edizione, rappresenta un grosso restyling delle vecchie jeep della casa americana, ovviamente aggiornata al 2021, ma manterrà quelle prerogative di robustezza e semplicità a volte spartana, che l’hanno caratterizzata negli anni d’oro. La grossa differenza rispetto alle passate generazione, sarà rappresentata dalle prestazioni, perché, mentre i vecchi bisonti, pur avendo degli enormi motori diesel in stile “America” non facevano della velocità il loro punto di forza, i nuovi propulsori elettrici sono al top della categoria.

Ben 3 motori elettrici che erogano una potenza di circa 1.000 CV con oltre 15 Nm di coppia, ed un’accelerazione da 0 a 100 km/h in poco meno di 3 secondi. L’autonomia dichiarata, con una ricarica completa è di 560 chilometri. Tra i tanti optional dell’auto, in linea con la tecnologia moderna, e le richieste del mercato, spicca il sistema di guida autonoma, simile a quello di Tesla. Il prezzo della prima versione, a breve sul mercato, ma a quanto pare, già totalmente prenotata per quest’anno, è inferiore ai 100.000 euro.

Potrebbe interessarti>>>Tesla, mai più in officina, l’auto che si ripara con lo smartphone.