Un dramma che si poteva evitare: guida senza patente, investe un bambino e fugge via

L’omissione di soccorso è solo uno dei tanti capi d’accusa contestati ad un ventenne che nelle scorse 48 ore ha travolto un bambino che andava in bicicletta con il padre. L’uomo è stato arrestato ed è in attesa del fermo.

Ancora un dramma sulle strade italiane: questa volta, a perdere tragicamente la vita è stato un bambino che non aveva ancora compiuto dodici anni.

Soccorso Facebook 10_08_2022 Quattromania
Inutile purtroppo la corsa in ambulanza (Facebook)

Omicidio stradale

Non ce l’ha fatta purtroppo il piccolo Mohanad, 11 anni che diventa il ventunesimo bambino a morire per omicidio stradale in tutto il 2022, dati preoccupanti che non sembrano destinati a cambiare. Il tragico incidente, avvenuto in zona Viale Certosa in una zona solitamente molto trafficata di Milano è avvenuto nella notte tra l’8 ed il 9 agosto.

Il bambino stava pedalando in bicicletta a pochi metri dal negozio di suo padre, un egiziano residente da anni nel nostro paese che non ha potuto fare nulla per impedire il peggio: dopo il tremendo schianto avvenuto intorno alla mezzanotte, un passante ha notato le scarpe del bambino abbandonate sull’asfalto, forse volate lontano per la violenza dell’impatto ed ha chiamato i soccorsi.

Purtroppo, per Mohanad non c’è stato nulla da fare ma le indagini sono arrivate quantomeno a trovare il responsabile dell’accaduto che alcune ore dopo, forse sopraffatto dai sensi di colpa, ha deciso di consegnarsi spontaneamente alle autorità, spiegando ai Carabinieri cosa è successo.

Un dramma evitabile

La versione dell’uomo, un 20enne che si trovava in auto in quella zona per motivi ignoti, è stata la seguente: “E’ comparso all’improvviso, non l’ho visto”. Una ricostruzione non avvallata da testimonianze dato che non c’erano passanti in zona nell’esatto momento dell’incidente e che ha diversi punti oscuri. Lo stesso guidatore ha confessato di non aver soccorso il bambino dopo l’incidente, aggiungendo l’omissione di soccorso al misfatto.

Infatti, il 20enne avrebbe ammesso: “Guidavo senza patente”. La sua automobile risulta intestata ad una ditta per cui questa persona lavorava regolarmente. L’alcool test ha dato esito negativo, escludendo che la causa del drammatico scontro sia da imputare all’uso di stupefacenti.

Milano Fonte Ufficiale 10_08_2022 Quattromania
La polizia sul luogo del dramma (Fonte Ufficiale)

Il caso insomma sembra chiuso ma questo non ridarà alla famiglia di Mohanad il figlio che hanno perso. L’anno scorso sono stati 2.875 i morti per incidente stradale in tutta Italia e purtroppo, anche l’anno in corso sembra aver contato molti drammi come quelli del piccolo che ha perso la vita a Milano.