Gas metano non disponibile per tre giorni: iniziano a chiudersi i rubinetti | In vista una settimana durissima

E’ solo l’ennesima conseguenza che pagheranno i cittadini italiani. Ecco quali saranno i giorni più difficili delle prossime settimane.

Ci eravamo illusi che i prezzi di gas, benzina e diesel potessero rimanere entro termini accettabili. Ma non è così. E, allora, ricominciano i disagi per gli italiani. Saranno tre giorni davvero duri senza gas metano. Ecco quando saranno chiusi i rubinetti.

Sciopero metano (web source)
Sciopero metano (web source)

Tutte conseguenze della guerra in Ucraina, che non accenna ad avere spiragli di pace. Lo scorso 24 febbraio, infatti, la Russia di Vladimir Putin ha deciso di invadere il Paese confinante. E oggi, dopo oltre due mesi di guerra, uccisioni, di devastazione, la situazione è ancora critica. E tutto ciò si ripercuote anche sull’economia.

Per esempio, decolla il prezzo del gas sulla piazza di Amsterdam dopo l’annuncio di Gazprom, che ha sospeso le forniture di gas a Polonia e Bulgaria per effetto del mancato pagamento in rubli del gas. I future sul metano, benchmark del prezzo del metano in Europa, balzano del 16% a 119,75 euro al megawattora, dopo aver toccato un rialzo massimo del 24%.

E’ solo una delle conseguenze che pagheranno i cittadini. Anche gli italiani. Il settore del metano per autotrazione dallo scorso ottobre chiede al governo “un intervento volto a garantire, come già avvenuto per gli altri carburanti, una riduzione del prezzo al consumo. L’impennata del costo del gas naturale, che da mesi si è abbattuta sul comparto e che si è acuita dopo lo scoppio del conflitto in Ucraina, ha reso insostenibile la situazione per addetti ai lavori e utenti”. Ma tutto ciò non è accaduto. E allora sarà sciopero.

Rubinetti chiusi per tre giorni

La filiera del metano per autotrazione conta in Italia circa 20.000 addetti, oltre 1.500 punti vendita, 1.100.000 famiglie a basso-medio reddito, autotrasportatori e aziende di trasporto pubblico locale che hanno scelto il metano per la loro mobilità. Scelte motivate, evidentemente, dall’economicità e dai vantaggi ecologici del gas naturale. Una filiera che necessità di risposte concrete. Che, purtroppo, non sono arrivate.

Sciopero metano (web source) 29.4.2022 quattromania.it
Sciopero metano (web source) quattromania.it

E, allora, ecco lo sciopero. A incrociare le braccia, Assogasmetano, Assopetroli-Assoenergia e Federmetano, che confermano l’astensione collettiva dall’erogazione dei servizi di distribuzione di gas naturale a uso autotrazione su base nazionale, preannunciato nella conferenza stampa dello scorso 8 aprile.

Lo stop al servizio – si legge in una nota delle associazioni – è indetto per i giorni del 4, 5 e 6 maggio 2022, rispettando la fascia di garanzia giornaliera dalle ore 7 alle ore 9 del mattino. Alla base della decisione, “la persistente mancata azione da parte del governo in merito alle richieste, avanzate da mesi, di sostegno per il comparto”.