Caro carburanti: 5 euro al litro! Il prezzo della benzina raggiunge livelli da capogiro in Italia

Non si ferma la corsa al rialzo del prezzo della benzina, che ora può peggiorare ulteriormente a causa del conflitto Russia-Ucraina. Un gestore nel milanese è arrivato a toccare costi da capogiro, che finora non si erano mai visti nel nostro Paese.

Fare rifornimento nel nostro Paese si sta rivelando un vero e proprio salasso, in modo particolare per chi è abituato a viaggiare costantemente per motivi di lavoro o di studio. Nemmeno mettersi alla ricerca di un distributore più conveniente sembra essere utile per ottenere un minimo di risparmio. L’aumento dei costi dei carburanti è ormai generalizzato e prosegue in modo ininterrotto da mesi, al punto tale da costringere molti a mettere da parte una cifra mensile per questo scopo.

prezzo benzina
Foto: Pixabay

La situazione non può quindi essere sottovalutata proprio perché c’è il rischio concreto che possa il problema possa peggiorare ulteriormente se il conflitto Russia-Ucraina dovesse proseguire a lungo. Ormai nemmeno optare per i self service può bastare.

Il prezzo benzina raggiunge livelli da capogiro: la situazione

In modalità self il prezzo medio della benzina ha raggiunto livelli che finora non erano mai stati riscontrati nel nostro Paese. Si è infatti arrivati a quota 2,004 euro al litro (venerdì 1,912), con i diversi marchi compresi tra 1,994 e 2,032 euro al litro (no logo 1,971). Non va molto meglio nemmeno per quanto riguarda il diesel, pari a a 1,901 euro al litro (venerdì 1,788) con le compagnie posizionate tra 1,881 e 1,977 euro al litro (no logo 1,891).

Per chi invece dovesse preferire il servito, per la benzina il prezzo medio praticato cresce a 2,117 euro al litro (venerdì 2,039). Il diesel, invece, è arrivato a quota a 2,019 euro al litro (venerdì 1,921) con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi praticati compresi tra 1,999 e 2,095 euro al litro (no logo 1,930). A riferirlo è l’elaborazione di Quotidiano Energia secondo i dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise.

Foto: PIxabay

A Corbetta, nel Milanese, alcuni automobilisti sono rimasti però letteralmente sconvolti nel momento in cui si sono ritrovati al distributore per fare rifornimento. Qui, infatti, la benzina era venduta a quasi 5 euro al litro, precisamente 4,989 euro. Il primo a mettere in evidenza l’accaduto è stato il sindaco del Paese, che si è messo in contatto con il gestore. Sulla base di quanto riferito, si è trattato di un errore, a cui si cercherà comunque di porre rimedio. Chi ha fatto il pieno qui potrà infatti ottenere un rimborso.

LEGGI ANCHE >>> Aumento record per benzina e diesel: arriva il bonus del Governo | Gli italiani sono salvi

A seguito delle verifiche rimborseranno quanto pagato in più a chi spetta. Basta semplicemente recarsi sul posto o mandare la richiesta di rimborso alla seguente email informazioni@autogrill.net. allegando la foto della ricevuta/scontrino e foto che segnala errore” – ha scritto il primo cittadino Marco Ballardini sul suo profilo Facebook.