Come scegliere la giusta assicurazione per la moto?

Come scegliere la giusta assicurazione per la moto?

Finalmente ci avviamo verso la bella stagione: il sole tramonta più tardi, sbocciano i fiori, gli uccellini cinguettano e rombano le moto!

Le gite fuori porta sono ormai all’ordine del giorno, ma prima di mettersi in sella e partire è importante pensare prima di tutto alla sicurezza.
 

Controllare che gli pneumatici siano abbastanza gonfi e che non ci siano tagli o screpolature;

Verificare il livello dei liquidi dei freni e le pastiglie;

Controllare l'olio motore e quello delle trasmissioni;

Accertarsi che la batteria non abbia bisogno di essere cambiata;

Non dimenticarsi di rinnovare o attivare l’assicurazione moto.

Circolare con l’assicurazione scaduta può costare molto di più della polizza: la sanzione può variare da 841€ fino a 3.287 € più il sequestro del mezzo. Per riaverlo si ha l'obbligo di pagare la sanzione, rinnovare la polizza per almeno sei mesi, le spese per il prelievo, il trasporto e la custodia della moto.

Ecco 5 cose che non devono mancare nella tua assicurazione moto per guidare sereno

1. RINUNCIA ALLA RIVALSA PER GUIDA NON CONFORME

In caso di incidente avvenuto in circostanze non conformi alla legge, quali revisione scaduta, patente scaduta e guida in stato di ebbrezza, la compagnia assicurativa non risponde dei danni provocati a terzi, ma pagando un piccolo sovrappremio è possibile evitare che la società si rivalga sull’assicurato.

2. SOSPENSIONE

Se la moto non viene utilizzata tutto l’anno, è consigliabile scegliere un’assicurazione moto sospendibile: in questo modo durante i mesi dell’anno in cui il veicolo rimane in garage, non sarà necessario pagare inutilmente la copertura assicurativa.

3. ASSISTENZA STRADALE

Prevede prestazioni di assistenza stradale alle persone o al veicolo in caso di impossibilità di utilizzo del mezzo assicurato in seguito, ad esempio, a incidente stradale, guasto, foratura o danni ai pneumatici.

Si consiglia sempre di aggiungere questa garanzia alla polizza, perché il costo della chiamata a una società di recupero mezzi, di solito, è sempre piuttosto elevato.

4. INFORTUNIO DEL CONDUCENTE

Per la legge italiana i danni fisici subiti dal conducente in caso di incidente con torto non sono coperti dall’assicurazione obbligatoria RCA. Si posso aggiungere i danni fisici subiti dal conducente con le seguenti garanzie:

  • Morte: indennizzo dovuto ai beneficiari designati dall’Assicurato

  • Invalidità permanente: indennizzo liquidato all’Assicurato nel caso in cui l’infortunio abbia per conseguenza una invalidità permanente

  • Rimborso delle spese di cura: indennizzo delle spese sanitarie sostenute dall’Assicurato a seguito di infortunio

  • Diaria per ricovero: indennità giornaliera corrisposta all’Assicurato nel caso in cui l’infortunio renda necessario il ricovero

5. TUTELA LEGALE

Garantisce le spese che l’assicurato sostiene per l’assistenza di un legale e per gli oneri processuali, al fine di tutelare i propri interessi prima e/o durante una causa giudiziaria connessa alla circolazione del veicolo assicurato.

Prima di sottoscrivere la polizza, è importante confrontare i capitali assicurati e le franchigie, non basando la propria scelta esclusivamente sul prezzo.