Cerca

- 31/01/2011 - Test Drive Ssangyong

Ssangyong Korando – Test drive

Si rinnova il suv coreano con un design che strizza l'occhio al mercato occidentale e a prezzi allettanti

Ssangyong Korando – Test drive

Korando è una vettura da Guinness dei primati: infatti è il modello più longevo della casa coreana Ssangyong. La storia è iniziata infatti nel 1976 e si ripresenta oggi con una nuova versione, decisamente ammodernata e con chiare intenzioni di conquista dei mercati occidentali: design accattivante come i prezzi di attacco.
Per il resto il nuovo suv compatto della casa di Seul è completamente inedito. Nasce da una piattaforma nuova, sulla quale si baseranno altri tre modelli in arrivo entro il 2014. E’ la prima Ssangyong ad avere un telaio monoscocca e monta un propulsore disegnato e prodotto interamente dalla casa. Poi c’è il design che strizza l’occhio ai clienti nostrani con un aspetto decisamente europeo. Se alla ricetta si aggiunge un prezzo più basso di circa il 10% rispetto alla concorrenza si capisce perché la nuova Korando si ritaglierà una discreta attenzione in un segmento ancora vitale in barba all’asfissia generale del mercato. Ad una prima occhiata colpisce la distanza da certi complicati esercizi di stile dei modelli del passato.

Il disegno, che porta la firma di Giorgetto Giugiaro, è votato alla sobrietà e all’equilibrio. Stessa compostezza che si ritrova saliti a bordo, con forme piacevoli e senza gli inquietanti incastri di spigoli del passato. A farsi notare è soprattutto il progresso nella scelta dei materiali e nella cura degli assemblaggi. Comodo e ben regolabile il posto guida: volante e sedile si spostano sia in altezza che in profondità. Comandi facili, strumentazione chiara e completa e quel guizzo orientale nella ricerca di soluzioni intelligenti per sfruttare lo spazio. Interessante la scelta di trattare le leve dei comandi con una vernice antibatterica. A bordo c’è tutto quello che serve per il comfort. Di serie il bluetooth per il cellulare con i comandi al volante: per avere sempre le mani libere. Non mancano i sensori di parcheggio e una dotazione di sicurezza che comprende sei airbag, i poggiatesta attivi e il controllo della stabilità con funzione antiribaltamento e assistenza per le partenze in salita. Riservati alla versione Classy gli interni in pelle, i cerchi in lega da 18” e il clima automatico bizona. Insomma non manca nulla per macinare chilometri sicuri e comodi. Ma come va su strada la nuova Korando?

Su strada

Le scelte tecniche dei progettisti hanno influito sul comportamento stradale della Korando. Il comfort di marcia ha tratto benefici grazie alla rinuncia del telaio a longheroni e traverse, tipico dei fuoristrada più duri. La Korando è dinamica e sicuro ne più ne' meno delle concorrenti. La taratura delle sospensioni (Macpherson all’anteriore e multilink al posteriore) come il set up dello sterzo (servosterzo elettrico graduale) sono funzionali ad un’andatura turistica e rilassata.
Davvero efficace l’azione del propulsore. Il quattro cilindri diesel made in Ssangyong ha una cilindrata di 1.988 cc, eroga 175 cv e 360 Nm di coppia, valori di assoluto riguardo che si traducono in una prontezza di risposta davvero gratificante. Il costruttore dichiara un consumo nel ciclo combinato di 6 litri/100 km e un livello di emissioni di Co2 di 157 g/km. Il motore è omologato Euro 5 e progettato per soddisfare i requisiti della futura norma Euro 6. Il cliente potrà scegliere se abbinarlo alla trazione anteriore o a quella integrale. Nel secondo caso la coppia viene trasferita all’asse posteriore solo in caso di slittamento delle ruote anteriori. Esiste però la possibilità di bloccare il differenziale centrale per ripartire la coppia al 50% e superare i passaggi più impegnativi. La nostra Korando era equipaggiata con il cambio manuale a sei marce, che compie il suo lavoro in modo abbastanza preciso. In alternativa esiste un automatico a sei rapporti con paddle al volante di progettazione australiana. Tutto lavora bene e garantisce un’esperienza di guida assolutamente piacevole e rilassante. L’unico aspetto che potrebbe essere migliorato è quello dell’insonorizzazione dell’abitacolo che lascia filtrare un po’ troppo rumore. Soprattutto quando aumenta la velocità e ai regimi più alti. Nel corso dell’anno il listino verrà completato da un’altra unità a gasolio di 1.7 litri e 145 cv di potenza e da una unità a benzina da 1.8 litri e 125 cv. La forbice dei prezzi è compresa tra i 21.990 euro della versione 2WD in allestimento base, per arrivare ai 27.990 della 4WD automatica nella versione Classy. La garanzia è di 5 anni o 100.000 chilometri.

Scheda Tecnica
Cilindrata 2 litri
Nr. cilindri 4L
Trasmissione Manuale a 6 rapporti (automatica optional)
Trazione Anteriore (integrale optional)
Potenza 175 CV @ 4.000 giri/min.
Coppia 360 Nm @ 2.000-3.000 giri/min.
Accelerazione 0-100 km/h 10 secondi
Prezzo da €21.990,00
Pregi
  • Dotazione di bordo
  • Linea
  • Prezzo
Difetti
  • Rumorosità