Cerca

- 16/05/2012 - Test Drive Citroen

Prova su strada della Citroen C4 Aircross

Il nuovo suv di casa Citroen, la C4 Aircross è lunga 4,34 metri e si va a posizionare in un segmento di mercato particolarmente appetito dai clienti italiani

Prova su strada della Citroen C4 Aircross
Abbiamo provato la nuova Citroen C4 Aircross, cuv della casa francese che si colloca nello stesso segmento di Ford Kuga e Nissan Qashqai e che nasce dalla collaborazione tra il gruppo Psa e Mitsubishi. Essendo lunga 4,34 metri la Citroen C4 Aircross si va a posizionare nel segmento che sta un gradino più in basso rispetto ai suv tradizionali, ovvero quello dei crossover compatti che così bene si stanno comportando in fatto di vendite ed immatricolazioni, nonostante un periodo piuttosto nero per il mercato italiano.

Ed in effetti il segmento dei C Cuv e dei Suv compatti sta conquistando primati su primati, andando piano piano a scalzare il segmento C dal primato di vendite nel nostro paese, un segmento tanto per intenderci trainato dalla Volkswagen Golf. Questo tipo di vetture, i suv compatti come appunto la nostra Citroen C4 Aircross, vantano l'agilità tipica delle auto medie ma al tempo stesso uno spazio a disposizione dei passeggeri decisamente superiore, il tutto completato da uno spazio di carico che nono ha nulla da invidiare ai suv veri e propri. Anche a livello estetico i progressi sono stati enormi, con vetture sempre più gradevoli dal punto di vista estetico, un fattore certo non di secondo piano visto che molti clienti orientano il loro acquisto in base al puro gusto estetico.
L'obiettivo della casa del doppio Chevron è quindi quello di offrire una vettura polifunzionale e che possa tornare utile sia nella vita quotidiana (spostamenti in spazi urbani, spostamenti di lavoro o altri utilizzi come l'andare a fare la spesa o a prendere i bimbi a scuola) sia nel weekend magari per una gita fuori porta o per una vacanza. La Citroen C4 Aircross è disponibile in varie versioni, sia 4x2 (noi l'abbiamo provata in versione 1.6 benzina) che 4x4 abbinata a motorizzazioni a gasolio con 3 diverse modalità di guida disponibile (eco, normal e sport, selezionabili con una comoda manopola disposta sul tunnel centrale).

La versione 2WD è invece ideale per ridurre al minimo i consumi, e dal canto nostro dopo averla provata possiamo dire che è pienamente soddisfacente, visto che durante il test drive svoltosi lungo le colline alle porte di Lione la vettura ci ha trasmesso un senso di grande equilibrio, con prestazioni e consumi davvero ben bilanciati. Le emissioni di CO2 sono contenute al massimo e l'utilizzo di carburante nel ciclo misto è di soli 4,6 litri / 100 km, un valore da record per il segmento. Il comfort a bordo (nonché a sensazione di eleganza) è assoluto, grazie principalmente a materiali soft touch molto raffinati. Il prezzo della versione che abbiamo provato è di 23.200€, un prezzo competitivo che secondo quanto stimato dagli esperti Citroen dovrebbe attrarre circa 4.000 clienti annui.