Cerca

- 06/02/2013 - Novita' Peugeot

Peugeot 2008 Hybrid Air

Peugeot presenta al Salone di Ginevra 2013 un primo prototipo dimostrativo del SUV compatto 2008 con propulsione ibrida a benzina ed aria compressa grazie alla tecnologia Hybrid Air sviluppata in collaborazione con Bosch

Peugeot 2008 Hybrid Air
Peugeot 2008 Hybrid Air al Salone di Ginevra 2013
Viene svelata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2013 la Peugeot 2008 Hybrid Air, particolare versione del nuovo crossover della casa del leone che punta alla riduzione dei consumi di benzina e delle emissioni attraverso l'utilizzo dell'aria compressa. Quella esposta al salone internazionale dell'auto è ancora una versione concept che funge da prototipo dimostrativo della possibilità offerta da questa nuova tecnologia, il cui sviluppo dovrebbe portare secondo le stime ad un livello di consumi pari a soli 2 l ogni 100 km.
Sistema ibrido ad aria compressa
2008 HYbrid Air associa due energie per ottenere il rendimento migliore in funzione delle diverse situazioni, secondo un meccanismo che ricalca in qualche modo i sistema Full Hybrid con motore elettrico: l’aria compressa deriva infatti soprattutto dal recupero di energia in fase di frenata e di decelerazione, e una volta accumulata assiste e in qualche caso subentra al motore 3 cilindri benzina di ultima generazione ottimizzato nei sui migliori punti di funzionamento. Di vitale importanza infatti per l'abbattimento dei consumi è anche l'utilizzo del nuovo motore 1.2 VTi.
Tre diverse modalità
Composta, per la parte pneumatica, da un serbatoio ad alta pressione posizionato nel tunnel centrale, da un serbatoio a bassa pressione a livello del retrotreno e da un gruppo motore/pompa installato sulla trasmissione, la catena di trazione HYbrid Air preserva l’abitabilità e la modularità del veicolo e offre al guidatore tre modalità di utilizzo: Aria (ZEV), Benzina e Combinata.
La prima modalità, Aria o ZEV come Zero Emissioni, il propulsore a benzina viene escluso e la vettura procede solamente grazie all'energia offerta dall'aria compressa. Quando l’aria si espande, occupa uno spazio via via crescente nel serbatoio di energia e sposta un volume d’olio corrispondente.
Quest’ultimo è un vettore di energia che alimenta il motore idraulico associato al treno epicicloidale. Poiché il motore termico viene escluso, il veicolo viaggia senza consumare benzina né emettere CO2. Questa modalità si esprime al meglio nella circolazione urbana.
Nella modalità Benzina, il veicolo sfrutta in modo esclusivo il motore di nuova generazione 1.2 VTi da 3 cilindri benzina. Adatta alla guida su strade e autostrade a velocità costante, anche questa modalità comporta consumi ridotti rispetto ai precedenti standard grazie all'agile motore, ridotto nella massa di ben 21 kg e con attriti ridotti del 30% per raggiungere più velocemente la temperatura di funzionamento ottimale.
Infine la modalità Combinata sfrutta la sinergia del sistema ibrido benzina aria compressa, adeguando la ripartizione delle energie a seconda della situazone in modo ottimale. In questo caso la riserva di aria compressa viene utilizzata soprattutto nelle fasi di maggior consumo di energia, e dunque di carburante, come ad esempio nelle partenze o nelle accelerazioni.
Ricarica in soli 10 secondi
Un capitolo a parte riguarda la modalità di ricarica del sistema ad aria compressa. Il serbatoio ad alta pressione viene ricaricato seguendo modalità molto simili a quelle sfruttate dalle versioni ibride elettriche Full Hybrid per il recupero dell'energia. In frenata o in decellerazione infatti la vettura non rallenta per il lavoro delle pastiglie sui freni, ma bensì per la resistenza alla compressione offerta dall'accumulatore d'aria. In fase di partenza, in mancanza di una frenata, il serbatoio viene riempito sfruttando una parte dell'energia di avviamento del motore termico.
In ogni caso la piena ricarica d'aria compressa avviene in soli 10 secondi.