Cerca

- 04/12/2012 - Novita' Fiat

Fiat Panda 4x4

In anteprima nazionale al Motor Show di Bologna, e dopo il debutto al Salone di Parigi, la Panda 4x4 è l'unico suv di segmento A. I motori sono 2: il benzina TwinAir 0.9 da 85CV ed il diesel MultiJet 2 da 75 CV. Nuove sospensioni e ottimo comfort per la sua categoria

Fiat Panda 4x4
La nuova Fiat Panda 4x4 dopo il debutto al Salone di Parigi 2012, si presenta come unico modello a trazione integrale del segmento A.
La Panda di terza generazione coniuga le consolidate capacità off-road ad un design rifinito ed un'architettura efficiente e compatta. Panda 4x4 è una "Super Panda" pronta ad affrontare con la stessa disinvoltura mulattiere di montagna e "giungla" urbana.

Motorizzazioni della nuova Fiat Panda 4x4
Fiat Panda 4x4 è disponibile con due motorizzazioni, entrambe dotate di Start&Stop: il nuovo 0.9 Twinair Turbo da 85 CV e il diesel 1.3 Multijet II da 75 CV. Rispetto al 1.2 Fire della precedente generazione, il Twinair Turbo propone un incremento del 40% della coppia che, unita al cambio specifico a 6 marce con prima ridotta, garantisce un netto miglioramento delle capacità di partenza in salita, della qualità dello spunto, dell'elasticità e della ripresa. Un analogo miglioramento è percepibile sulla motorizzazione Multijet II grazie all'aumento della coppia del 30%.

Panda 4x4 mini suv da 3,68 metri di lunghezza
Proposto a cinque porte, la nuova Fiat Panda 4x4 misura 368 centimetri di lunghezza, 167 di larghezza e 160 di altezza. Il passo è di 230 cm mentre la carreggiata anteriore è di 141 centimetri e quella posteriore è di 140.
Nel concepire il look della nuova Panda 4x4, i designer del Centro Stile sono partiti dall'idea di rafforzare le caratteristiche estetiche puramente funzionali, aggiungendo un insieme di piccoli dettagli che ne rendono l'aspetto estremamente ricercato da mini-SUV polivalente. L'estetica è, infatti, fortemente caratterizzata dalle marcate linee geometriche dei paraurti anteriori e posteriori, completi di riporti estetici color alluminio a sottolineare la presenza della protezione metallica sotto-scocca.
A differenza della generazione precedente, sulla nuova Panda 4x4 i codolini seguono la linea della carrozzeria senza soluzione di continuità, assicurando una protezione completa della parte bassa della vettura. Per chi sceglie il look 4x4, due nuovi colori esterni vanno ad arricchire la palette colori già esistente: l'arancio Sicilia (pastello) e il verde Toscana (metallizzato).
Gli interni riprendono le soluzioni adottate sulle versioni 4x2 con alcune importanti eccezioni: una nuova variante verde per la fascia che incornicia strumentazione e tascone porta-oggetti; sedili in tessuto dal design specifico in tre varianti-colore (verde, beige, arancio) arricchiti da dettagli in eco-pelle; pannelli porta anteriori e posteriori con inserti sempre in eco-pelle; e, infine, il mobiletto alto nel tunnel centrale che aggiunge un ulteriore vano porta-oggetti ai 14 già presenti sulle versioni 4x2.  

Dotazioni di serie sulla nuova Panda 4x4
Estetica elegante unita ad una meccanica da vero "off-road". Ecco, in sintesi, lo spirito del nuovo modello che, se da un lato eredita lo straordinario successo della precedente Panda 4x4, dall'altro si pone come punto di riferimento in questa particolare fascia di mercato per raffinatezza stilistica, cura dei dettagli e ricchezza di contenuti. Lo dimostra una dotazione di serie completa e unica: sistema ESC completo di ELD, climatizzatore manuale, radio CD/MP3, cerchi in lega bruniti da 15", pneumatici 175/65 R15 M+S, retrovisori elettrici, chiusura centralizzata con telecomando a distanza e poggiatesta posteriori. Chi volesse arricchirla ulteriormente può scegliere tra un ampio menu di optional e accessori, a seconda che l'utilizzo sia prevalentemente cittadino oppure off-road.

Trazione integrale "Torque on demand" e funzione ELD (Electronic Locking Differential)
Panda 4x4 è dotata di un sistema di trasmissione di tipo "Torque on demand", che si avvale di due differenziali e di un giunto controllato elettronicamente. Si tratta di una trazione integrale permanente gestita da una centralina elettronica che, attraverso l'analisi dei segnali veicolo, ripartisce la trazione sui due assali anteriore e posteriore in modo omogeneo e proporzionale secondo le condizioni di aderenza del fondo stradale. I vantaggi che offre questo sistema sono l'assoluto automatismo del funzionamento e l'assenza di manutenzione.
Panda 4x4 propone di serie il sistema ESC (Electronic Stability Control) completo di funzione ELD (Electronic Locking Differential), un ulteriore ausilio alla guida e allo spunto in partenza su percorsi a scarsa aderenza (neve, ghiaccio, fango ecc.). In particolare, l'ELD agisce frenando le ruote che perdono aderenza (o slittano più delle altre), trasferendo così la forza motrice su quelle che hanno maggior presa sul terreno. Questa funzione è inseribile manualmente premendo il pulsante specifico posto davanti alla leva del cambio ed agisce sotto la soglia di 50 km/h.

Fiat Panda 4x4 con nuove sospensioni
Le sospensioni di una vettura "integrale" devono rispondere a due principali compiti. Da una parte assicurare comfort ai passeggeri, guidabilità, tenuta di strada e sicurezza, caratteristiche proprie delle vetture 2WD; dall'altra, devono garantire la maggiore capacità di disimpegno in qualunque percorso, soprattutto in quelli off-road.  Per raggiungere entrambi gli obiettivi, i tecnici sono intervenuti su questi parametri per offrire prestazioni di assoluta eccellenza con un'attenzione particolare al comfort e alle prestazioni in fuoristrada. Da qui la scelta di due schemi collaudati: una soluzione a ruote indipendenti di tipo Mc Pherson per l'anteriore mentre al posteriore si è preferito un sistema a ruote interconnesse tramite ponte torcente specificamente sviluppato per la versione integrale. Rispetto alla soluzione a bracci tirati della generazione precedente, quest'ultimo schema garantisce maggiore leggerezza, comfort di marcia ed acustica a parità di prestazioni off-road.